1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

GoogleFacebookTwitter

Articoli

Domande d'esame ISVAP per l'iscrizione al RUI sez. A e B sessione del 2007 svoltasi a Roma 11/07/08

Domande d'esame ISVAP per l'iscrizione al RUI sez. A e B sessione del 2007 svoltasi a Roma 11/07/08 - 5.0 out of 5 based on 6 votes
Valutazione attuale:  / 6
ScarsoOttimo 

ESAME ISVAP 2011-2012. Proposte di corsi ISVAP per la preparazione alla prova di idoneità ISVAP. Guarda le nostre proposte.

Sei iscritto al RUI? Hai già fatto il corso di aggiornamento 30h? Guarda le nostre proposte.

Devi iscriverti al RUI? Hai bisogno del corso di formazione 60h? Guarda le nostre proposte.

Allo scopo di dare maggiori elementi per la preparazione di futuri esami, qui di seguito riportiamo le domande della prova scritta dell'esame Agenti e Broker (RUI sezione A e B) ISVAP svoltosi a l’ 11 luglio 2008

Alla fine della notizia trovate anche il link alle domande d'esame della sessione 2006.

  1. Secondo il Codice delle Assicurazioni chi è abilitato ad emettere la carta verde?
    A. l’ISVAP
    B. l’UCI
    C. la CONSAP
  2. In una polizza di responsabilità civile verso terzi, non obbligatoria, in caso di sinistro il terzo danneggiato può esercitare l’azione diretta nei confronti dell’impresa assicuratrice?
    A. si, sempre
    B. no, mai
    C. si, esclusivamente da parte dell’INAIL e dell’INPS per le somme da loro erogate
  3. Nell’Accordo nazionale imprese – agenti del 2003, per “somma aggiuntiva” si intende:
    A. la somma ulteriore che l’agente è tenuto a corrispondere nel caso di tardivo pagamento delle rate di rivalsa
    B. la somma ulteriore che l’agente è tenuto a pagare per l’affidamento di un portafoglio agenziale
    C. la somma ulteriore che l’impresa corrisponde all’agente in determinati casi di risoluzione del rapporto agenziale
  4. Chi ha stipulato un’assicurazione individuale sulla vita Index Linked può:
    A. revocare la proposta entro 30 giorni dalla conclusione del contratto e non corrispondere il premio
    B. recedere dal contratto entro 30 giorni dalla notizia della conclusione del contratto, con diritto alla restituzione del premio
    C. ricevere ogni 30 giorni la comunicazione del valore della prestazione assicurata a scadenza
  5. Cosa succede se il contraente non paga il premio o la prima rata di premio stabilita dal contratto?
    A. l’assicurazione rimane sospesa sino alle ore ventiquattro del giorno del pagamento
    B. la copertura assicurativa comincia a decorrere dal momento della stipula del contratto a prescindere dal successivo pagamento
    C. il contratto è nullo
  6. Secondo il Codice Civile, l’errore di diritto è essenziale sempre quando:
    A. è stata la ragione unica o principale del contratto
    B. è riconoscibile
    C. verte su un elemento secondario
  7. In una polizza incendio come viene calcolato il valore di un fabbricato?
    A. in base al valore di mercato
    B. in base al valore della rendita catastale
    C. in base al costo di ricostruzione a nuovo
  8. Qual è l’oggetto della polizza fideiussoria o cauzionale?
    A. l’assicuratore garantisce all’assicurato-contraente l’adempimento dell’obbligo del debitore rinunciando al diritto di regresso nei confronti di quest’ultimo
    B. l’assicuratore garantisce il pagamento di una somma prestabilita nel caso in cui il debitore sia insolvente
    C. l’assicuratore garantisce al creditore-assicurato l’adempimento degli obblighi assunti dal debitore-contraente, con il successivo diritto di regresso nei confronti del contraente per il rimborso delle somme pagate
  9. Che cosa si intende con il termine “scoperto”?
    A. un massimale inadeguato per il rischio da assicurare
    B. una parte del danno, espressa in cifra fissa, che rimane a carico dell’assicurato
    C. una parte del danno, espressa in percentuale, che rimane a carico dell’assicurato
  10. Cosa accade nel caso di cessazione del rischio nel periodo di copertura assicurativa?
    A. il contratto rimane in vigore sino alla sua naturale scadenza
    B. il contratto si risolve alla prima scadenza successiva al verificarsi della cessazione del rischio
    C. il contratto si scioglie e l’assicuratore ha diritto al pagamento dei premi sino al momento in cui la cessazione del rischio non gli sia comunicata e non ne venga comunque a conoscenza
  11. Per “inabilità temporanea” in una polizza infortuni si intende:
    A. la perdita della capacità professionale per un periodo temporaneo di almeno 15 giorni
    B. l’incapacità funzionale ad attendere temporaneamente alle proprie mansioni
    C. l’incapacità funzionale ad attendere temporaneamente alle proprie mansioni a seguito di un forte trauma emotivo
  12. Le somme percepite dall’assicurato (o dagli eredi) hanno rilevanza reddituale:
    A. in ogni caso le somme percepite sono oggetto di obbligo di dichiarazione del contribuente
    B. nel caso in cui l’assicuratore paghi al verificarsi di un evento di morte o di invalidità permanente
    C. nel caso in cui l’assicuratore – per causa diversa dalla morte o dall’invalidità permanente – paghi il rendimento netto della polizza con aliquota al 12,50%
  13. Generalmente con una polizza infortuni, stipulata a copertura dei soli rischi “professionali”, viene garantito l’infortunio che l’assicurato subisce nello svolgimento di attività non professionali?
    A. si, se le attività non professionali vengono svolte all’interno della abitazione dell’assicurato
    B. si, se l’infortunio si verifica durante il tempo necessario a compiere il tragitto dalla propria abitazione al luogo di lavoro (rischio in itinere)
    C. no, mai
  14. Lo stato di invalidità totale per un agente, ai sensi dell’Accordo Nazionale imprese – agenti del 2003 può comportare:
    A. lo scioglimento del rapporto di agenzia
    B. la sospensione dell’incarico per tutto il periodo di manifesta invalidità
    C. la cancellazione dall’Albo nazionale degli agenti di assicurazione
  15. In quali casi una polizza infortuni può prevedere una franchigia assoluta per il caso morte?
    A. quando l’attività svolta dall’assicurato è particolarmente pericolosa (carabiniere, aviatore, palombaro…)
    B. in nessun caso
    C. quando con la stessa polizza vengono assicurate 10 o più persone
  16. Quali obblighi incombono sull’assicurato nel caso di assicurazione plurima nei rami danni?
    A. l’obbligo di denunciare il sinistro alla prima impresa con cui ha stipulato il contratto
    B. nessun particolare obbligo
    C. l’assicurato deve comunicare a ciascun assicuratore le altre assicurazioni da lui stipulate per il medesimo rischio
  17. Sulle polizze R.C.D. è prevista la “regolazione premio” quando:
    A. l’assicurato cambia attività e la nuova prevede una tassazione diversa
    B. il premio è calcolato in base ad elementi variabili
    C. nel corso dell’anno sono previste più attività diverse tra loro per periodi di tempo prestabiliti
  18. Con quali modalità gli intermediari possono ricevere dal contraente il pagamento dei premi assicurativi relativi a contratti di assicurazione sulla vita?
    A. con la modalità prescelta dall’assicurato
    B. solo in contanti
    C. mediante assegni bancari, postali o circolari, non trasferibili o ordini di bonifico o altri mezzi di pagamento a questo assimilabili
  19. Ai sensi dell’Accordo nazionale imprese – agenti del 2003, il Collegio Unico Nazionale di Conciliazione ed Arbitrato è:
    A. il Collegio chiamato a pronunciarsi sui ricorsi avverso la risoluzione del rapporto agenziale con indicazione dei motivi
    B. il Collegio chiamato a pronunciarsi sui ricorsi avverso la risoluzione del rapporto agenziale senza indicazione dei motivi
    C. il Collegio chiamato a pronunciarsi sui ricorsi avverso la risoluzione del rapporto agenziale per giusta causa
  20. Chi ha stipulato un’assicurazione mista rivalutabile a premio annuo per la durata di 10 anni, può non pagare il premio per la terza annualità?
    A. si, sempre
    B. no, è tenuto al pagamento del premio e l’assicuratore può agire per la riscossione entro sei mesi dalla data di scadenza
    C. si, ma soltanto se ha già esercitato il riscatto
  21. Nel caso di sinistri cagionati con dolo o colpa grave dalle persone delle quali l’assicurato deve rispondere, l’assicurazione:
    A. non risarcisce il danno
    B. risarcisce il danno
    C. risarcisce il danno rivalendosi nei confronti dell’assicurato
  22. Nella polizza malattia, quali sono i rischi esclusi?
    A. più di tre malattie infettive, subite prima della pubertà
    B. diabete, nevrosi, alcolismo, abuso di psicofarmaci
    C. il ripetersi di sindrome influenzale negli ultimi cinque anni
  23. E’ possibile stipulare una polizza r.c. auto con effetto retroattivo?
    A. si, sempre
    B. no, mai
    C. si, solo se fra la data di effetto e quella di stipulazione del contratto non si è verificato un sinistro
  24. Cosa si intende per massimali minimi di legge nel contratto di r.c. auto?
    A. i limiti minimi su cui si attestano i premi
    B. le somme massime del premio
    C. le somme minime di garanzia per le quali deve essere stipulato il contratto di assicurazione della r.c. auto
  25. Il proprietario di un veicolo assicurato ha diritto a mantenere la medesima classe di merito di Conversione Universale su un secondo veicolo?
    A. no, a meno che il primo veicolo non sia stato rottamato o venduto
    B. no, il nuovo veicolo dovrà essere assicurato in classe di Conversione Universale quattordici
    C. si, purchè si tratti di veicolo di nuova acquisizione, appartenente alla medesima categoria e intestato allo stesso proprietario o ad un componente stabilmente convivente del nucleo familiare
  26. Le tariffe per l’assicurazione obbligatoria R.C.A.:
    A. sono stabilite dal Ministero delle Attività Produttive e pubblicate sui siti internet di tutte le imprese assicurative
    B. sono stabilite dalle imprese assicurative autorizzate all’esercizio del ramo ed approvate dall’ISVAP in base al rapporto sinistri/premi di ognuna di esse
    C. sono liberamente fissate da ciascuna impresa assicurativa autorizzata all’esercizio del ramo, senza alcuna approvazione
  27. In che modo le imprese sono tenute a garantire la trasparenza e la concorrenzialità delle offerte dei servizi assicurativi?
    A. mettendo a disposizione nei punti vendita e sui siti Internet la nota informativa e le condizioni di contratto praticate oltre che effettuando preventivi personalizzati
    B. mettendo a disposizione nei soli punti vendita la nota informativa e le condizioni di contratto praticate
    C. inviando al domicilio del contraente la Nota Informativa precontrattuale
  28. Una polizza Furto Portavalori cosa garantisce?
    A. denaro, assegni, carte di credito ovunque portati, entro i confini della Repubblica Italiana, San Marino e Città del Vaticano
    B. pellicce, tappeti, quadri ed oggetti di particolare valore affidati ad una ditta di traslochi per il trasferimento degli stessi da una sede di lavoro ad un’altra
    C. denaro, assegni e valori in genere inerenti all’attività lavorativa durante il loro trasporto da o verso la sede dell’attività lavorativa
  29. Cosa si intende per assicurazione sulla vita di un terzo?
    A. è il contratto di assicurazione sulla vita di un terzo che ne sarà assicurato anche senza il suo consenso
    B. è il contratto di assicurazione sulla vita di un terzo che ne abbia interesse
    C. è il contratto in cui l’assicurato è persona diversa dal contraente e, pertanto, il contratto è valido solo se vi è il consenso scritto del terzo
  30. Un contratto di assicurazione si definisce “aleatorio”:
    A. in quanto non produce i suoi effetti finchè non viene pagato il premio dall’assicurato
    B. in quanto non è detto che l’assicurato possa ottenere il risarcimento del danno subito
    C. in quanto la prestazione dell’assicuratore è subordinata al verificarsi di un evento futuro e incerto
  31. Nel caso della procedura di risarcimento diretto quale impresa è tenuta a liquidare i danni ed entro quali termini?
    A. il sinistro è gestito e liquidato dall’impresa di assicurazioni del veicolo danneggiato. I termini per l’offerta sono di 30 o 60 giorni a seconda del tipo di danno (a cose o a persone)
    B. il sinistro è gestito e liquidato dall’impresa di assicurazioni del veicolo danneggiato. I termini per l’offerta sono di 30, 60 o 90 giorni a seconda del tipo di danno (a cose o a persone) e della sottoscrizione del modulo di denuncia da parte dei conducenti
    C. il sinistro è gestito e liquidato dall’impresa di assicurazioni del responsabile civile nel termine di 30, 60 o 90 giorni a seconda del tipo di danno (a cose o a persone) e della sottoscrizione del modulo di denuncia da parte dei conducenti
  32. Nelle assicurazioni sulla vita, la forma a “vita intera” prevede:
    A. la corresponsione di una rendita vitalizia dalla data di scadenza del contratto
    B. la corresponsione di un capitale alla scadenza del contratto se l’assicurato sarà in vita
    C. il pagamento ai beneficiari di una somma in caso di decesso dell’assicurato
  33. Come devono considerarsi le clausole che escludono o limitano le azioni del consumatore nei confronti del professionista in caso di inadempimento totale o parziale da parte di quest’ultimo?
    A. tali clausole sono vessatorie e producono la nullità dell’intero contratto
    B. valide purchè conosciute o conoscibili dal consumatore
    C. vessatorie, ai sensi dell’art. 33 del codice del consumo e, dunque, nulle
  34. Le imprese di assicurazione che operano in Italia in libera prestazione di servizi, per i contratti che stipulano:
    A. sono soggette alla legge fiscale del Paese della loro sede legale
    B. sono soggette alla legge fiscale del Paese stabilito con il contratto che stipulano
    C. sono obbligate a nominare un rappresentante fiscale ai fini del pagamento dell’imposta prevista dalla legge italiana sui premi relativi ai contratti conclusi
  35. In una polizza di assicurazione sulla vita, le somme dovute dall’impresa di assicurazione sono pignorabili dai creditori del contraente-beneficiario?
    A. si, in ogni caso
    B. no, mai
    C. si, ma fino alla concorrenza del credito
  36. Cosa accade se il premio stabilito nel contratto di assicurazione R.C.A. risulta di importo inferiore a quello della tariffa prevista dall’impresa assicuratrice?
    A. l’assicurazione R.C.A. non copre i danni provocati dal veicolo assicurato con quella polizza
    B. si applica la regola proporzionale per il caso di sottoassicurazione
    C. l’assicurazione R.C.A. è perfettamente operante
  37. Un fabbricato in corso di costruzione ed i materiali a piè d’opera possono essere assicurati con una polizza incendio Rischi Ordinari?
    A. si, è espressamente previsto con l’applicazione di una clausola specifica
    B. no, questa tipologia di rischio è assicurabile solo con altri tipi di polizze particolarmente complesse
    C. no, non è un rischio assicurabile perché le sue caratteristiche sono soggette a continue variazioni
  38. Nell’assicurazione contro il furto la polizza flottante in quale forma assicurativa può essere prestata?
    A. nella forma a “primo rischio assoluto”
    B. nella forma a “valore intero”
    C. nella forma a “primo rischio relativo”
  39. E’ possibile la concessione di prestiti su polizze vita?
    A. si, nei limiti degli accantonamenti a riserva matematica
    B. si, previa cessione del quinto dello stipendio
    C. si, purchè l’assicurato dichiari di rinunciare al riscatto
  40. Che cosa sono le polizze Unit Linked?
    A. forme assicurative nelle quali la prestazione viene parametrata ai risultati di speciali gestioni dei titoli di Stato
    B. forme assicurative caratterizzate dalla diretta dipendenza delle prestazioni dal valore di un fondo di investimento interno o esterno all’impresa
    C. forme assicurative caratterizzate dalla diretta dipendenza delle prestazioni dal valore di un indice azionario o di un altro valore di riferimento
  41. Il premio pagato per assicurazioni danni non obbligatorie è deducibile dal reddito del contribuente:
    A. non è deducibile
    B. è deducibile comunque per le assicurazioni di tutela legale e di quelle di assistenza
    C. è deducibile fino al valore determinato dalla legge per ciascun ramo
  42. Secondo il Codice Civile, è risarcibile il danno morale:
    A. sempre
    B. solo nei casi determinati dalla legge
    C. mai
  43. Nel caso in cui un collaboratore di un intermediario non sia iscritto al RUI ed operi al di fuori dei locali dell’intermediario, quali sono le conseguenze di carattere sanzionatorio?
    A. reclusione da sei mesi a due anni e multa da diecimila a centomila euro
    B. una sanzione amministrativa pecuniaria da diecimila a centomila euro
    C. la radiazione dall’albo per l’intermediario che se ne avvale
  44. Secondo il Codice Civile, l’obbligazione:
    A. nasce dal contratto perfetto
    B. non nasce da fatto illecito
    C. può essere revocata senza responsabilità
  45. Secondo il Codice Civile, l’annullamento del contratto può essere domandato:
    A. solo dalla parte nel cui interesse è stabilito dalla legge
    B. rilevato dal giudice
    C. domandato da chiunque
  46. Secondo il Codice Civile, la “condizione” nel contratto è:
    A. sospensiva se subordina gli effetti del contratto all’avverarsi dell’evento
    B. risolutiva se mantiene gli effetti del contratto condizionato
    C. arbitraria se c’è un riferimento ad un fatto diverso dalla volontà del soggetto
  47. La rendita differita garantisce:
    A. il pagamento di una rendita rivalutabile ad un tasso pari al 60% del rendimento medio dei titoli di Stato
    B. il pagamento di una rendita subito dopo la stipula del contratto
    C. il pagamento di una rendita solo dopo il decorso di un termine
  48. Come opera sul contratto di responsabilità civile la clausola claims made?
    A. agisce sulla durata del rapporto contrattuale producendo, in assenza di sinistri, l’automatico rinnovo del rapporto
    B. rende l’assicurazione efficace per la richiesta di risarcimento presentata nel corso del contratto a prescindere dal momento del sinistro
    C. agisce ai fini dell’efficacia del contratto procrastinando la copertura per i cinque anni successivi alla scadenza contrattuale
  49. La garanzia “rischio locativo” prestata con una polizza incendio copre i danni causati da un fulmine?
    A. si, sempre
    B. no, mai
    C. si, se il fabbricato è protetto da un sistema di prevenzione fulmine omologato IMQ
  50. Quali dei seguenti veicoli non sono soggetti ad assicurazione obbligatoria R.C.A.?
    A. i tram
    B. i filobus
    C. i quadricicli a motore

Vi ricordiamo che le domande della sessione di esame ISVAP 2006 sono disponibili qui

AREA Aree monotematiche

Glossario Il glossario assicurativo di IAss

News

Attività dell'IVASS - ISVAP

Guida Intermediario

Normative

IAss Lavoro

Consulenza

Contatti

Link Utili

Partner Assicurativo

Formazione - Info

Servizi per Intermediari

Sponsor IAss


Software per intermediari assicurativi

Mappa Lavoro

 

mappa-lavoro

 

Iscriviti alla Newsletter

ISCRIVITI per ricevere tutte le novità sui CORSI IVASS, INTERMEDIARI ASSICURATIVI, MEDIATORI CREDITIZI... E TANTO ALTRO