1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

GoogleFacebookTwitter

Articoli

Contrassegno assicurativo: obblighi di legge

Contrassegno assicurativo: obblighi di legge - 4.4 out of 5 based on 7 votes
Valutazione attuale:  / 7
ScarsoOttimo 

contrassegno assicurativoIl contrassegno assicurativo è il piccolo tagliando raffigurato in foto che viene consegnato dalla propria compagnia assicurativa al momento della stipula della polizza assicurativa, insieme ad altri documenti e serve per attestata la regolare copertura assicurativa del veicolo in circolazione e non solo, con il contrassegno assicurativo si dimostra anche la targa dei veicolo, in modo da non lasciare dubbi alla corrispondenza veicolo – polizza, ed agli estremi della stessa: infatti è possibile vedere il nome e il logo della compagnia di assicurazione e le generalità della persona proprietaria della macchina assicurata.

Chiunque possiede un’auto ha implicitamente l’obbligo di esporre il contrassegno assicurativo in un luogo che sia ben visibile dall’esterno del veicolo, molti lo posizionano nei posti più disparati, sui vetri laterali, sul lunotto posteriore, perché non tutti sanno che la posizione del contrassegno assicurativo è regolamentata dal Codice della Strada, il quale prevede un solo posto in cui posizionarlo:

secondo l’Art. 181 del Codice della Strada, “Esposizione dei contrassegni per la circolazione”, il contrassegno assicurativo deve essere obbligatoriamente esposto sugli autoveicoli e motoveicoli, esclusi i motocicli nella parte anteriore o sul vetro parabrezza, il contrassegno assicurativo attesta il pagamento della tassa automobilistica.

I motocicli e ciclomotori per ovvie ragioni non potrebbero lasciare il contrassegno assicurativo a causa di intemperie o malintenzionati, ma anch’essi hanno l’obbligo di portarlo sempre con se e presentarlo all’occorrenza.

Di seguito l’Art. 181 del Codice della strada:

  1. "È fatto obbligo di esporre sugli autoveicoli e motoveicoli, esclusi i motocicli, nella parte anteriore o sul vetro parabrezza, il contrassegno attestante il pagamento della tassa automobilistica e quello relativo all'assicurazione obbligatoria.
  2. I conducenti di motocicli e ciclomotori sono esonerati dall'obbligo di cui al comma 1 purché abbiano con sé i contrassegni stessi
  3. Chiunque viola le disposizioni del presente articolo è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 23 a euro 92. Si applica la disposizione del comma 8 dell'art. 180.

[1] Per la cessazione dell'obbligo di esporre il contrassegno attestante il pagamento della tassa automobilistica e dell'obbligo previsto dal secondo comma, vedi l'art. 17, comma 24, L. 27 dicembre 1997, n. 449.

[2] Per la cessazione dell'obbligo di esporre il contrassegno attestante il pagamento della tassa automobilistica e dell'obbligo previsto dal secondo comma, vedi l'art. 17, comma 24, L. 27 dicembre 1997, n. 449. In passato si verificarono molte polemiche e contestazioni sull’esposizione del contrassegno assicurativo, ma intervenne la Corte di Cassazione che con una sentenza del 2005 sancì che il contrassegno assicurativo se esposto in modo non leggibile equivale ad una mancata esposizione, anche quando questo è stato scolorito dal sole."

Il Codice della Strada non lascia dubbi sull’esposizione del contrassegno assicurativo e qualunque altro posto come ad esempio, il vetro laterale posteriore o lunotto posteriore è scorretto e viene sanzionato con una multa variabile tra i 23 ed i 92 euro.

AREA Aree monotematiche

Glossario Il glossario assicurativo di IAss

News

Attività dell'IVASS - ISVAP

Normative

IAss Lavoro

Consulenza

Contatti

Link Utili

Partner Assicurativo

Formazione - Info

Servizi per Intermediari

Sponsor IAss


Software per intermediari assicurativi

workshop gratuiti

Mappa Lavoro

 

mappa-lavoro

 

Iscriviti alla Newsletter

ISCRIVITI per ricevere tutte le novità sui CORSI IVASS, INTERMEDIARI ASSICURATIVI, MEDIATORI CREDITIZI... E TANTO ALTRO