1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

GoogleFacebookTwitter

Codice delle Assicurazioni

Introduzione al Codice delle assicurazioni

Introduzione al Codice delle assicurazioni - 4.2 out of 5 based on 5 votes
Valutazione attuale:  / 5
ScarsoOttimo 

Il Codice delle Assicurazioni Private, approvato dal Consiglio dei Ministri con il Decreto Legislativo n. 209 del 7 settembre 2005 ha rivisto l'intera normativa in materia assicurativa adeguando le norme agli indirizzi europei e introducendo una disciplina innovativa delle partecipazioni di capitale nelle società di assicurazione e riassicurazione, sul modello di quanto già realizzato dal testo unico bancario.

Il Codice è composto da 19 Titoli e 335 articoli e in particolare prevede:

- Introduzione dell'indennizzo diretto nel ramo Ramo Responsabilità Civile Autoveicoli (RC auto o RCA), che prevede, in caso di sinistro, la possibilità da parte dell’assicurato di chiedere e ottenere il risarcimento dalla propria compagnia assicuratrice e non più alla compagnia del veicolo responsabile dell’incidente.

- Rimborso premi pagati in caso di furto o trasferimento di proprietà del veicolo e, sempre in caso di furto, la liquidazione dei danni eventualmente provocati dai veicoli rubati non ricadrà sui proprietari ma sarà a carico del Fondo di garanzia per le vittime della strada, alimentato attualmente da una quota pari al 2,5% delle polizze pagate dagli assicurati..

- Obbligo di iscrizione ad un registro elettronico (RUIR) per agenti, mediatori, produttori diretti, soggetti del settore finanziario che fanno intermediazione (banche, poste, società), persone fisiche collaboratrici di intermediari.

- Maggiore trasparenza a tutela degli assicurati. Gli intermediari devono garantire trasparenza e correttezza nei rapporti con la cliente. In particolare l’intermediario è tenuto a verificare le esigenze del cliente e a proporre un prodotto adeguato, illustrando prima della conclusione del contratto le caratteristiche essenziali della polizza e le prestazioni alle quali è tenuta l’impresa. Le compagnie di assicurazione devono scrivere le condizioni di contratto in modo chiaro ed esauriente, evidenziando le clausole che riportano eccezioni, nullità o limitazione delle garanzie. Inoltre la nullità relativa del contratto può essere fatta valere solo dall’interessato, escludendo la ripetibilità di somme e di indennizzi pagati agli assicurati e ai danneggiati.
 

AREA Aree monotematiche

Glossario Il glossario assicurativo di IAss

News

Attività dell'IVASS - ISVAP

Guida Intermediario

Normative

IAss Lavoro

Consulenza

Contatti

Link Utili

Partner Assicurativo

Formazione - Info

Servizi per Intermediari

Sponsor IAss


Software per intermediari assicurativi

workshop gratuiti

Mappa Lavoro

 

mappa-lavoro

 

Iscriviti alla Newsletter

ISCRIVITI per ricevere tutte le novità sui CORSI IVASS, INTERMEDIARI ASSICURATIVI, MEDIATORI CREDITIZI... E TANTO ALTRO