1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

GoogleFacebookTwitter

Obbligo di redazione del Documento di Valutazione Rischi DVR

Obbligo di redazione del Documento di Valutazione Rischi DVR - 5.0 out of 5 based on 4 votes
Valutazione attuale:  / 4
ScarsoOttimo 

Dal 1 giugno 2013 obbligo di redazione del Documento di Valutazione Rischi DVR

casco dvr immagineA partire dal 1 Giugno 2013, tutte le agenzie di assicurazione con almeno un dipendente hanno l’obbligo di redigere il Documento di Valutazione Rischi (DVR).

È tenuto a redigere il DVR anche chi possiede una società con almeno due soci (ad esempio due agenti senza dipendenti). 

Richiedi una consulenza gratuita riguardo il tuo DVR

Chiunque dovesse ricevere la visita degli organismi di vigilanza (ASL, INPS, Polizia Municipale, INAIL, Agenzia delle Entrate, Guardia di Finanza) è soggetto a sanzioni penali e/o amministrative e potrebbe essere obbligato a sospendere la propria attività.

Le sanzioni per l'Agente di assicurazioni sono più che salate:

Mancata redazione del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2.500 euro a 6.400 euro
Mancata redazione/aggiornamento del DVR in collaborazione con il RSPP e del medico competente, senza consultazione del RLS, in occasione di modifiche del processo produttivo/organizzativo Arresto da 3 a 6 mesi o Ammenda da 2.500 a 6.400 euro

 

Cosa è il DVR?

Il Documento di Valutazione Rischi è un obbligo dell’Agente di assicurazioni in qualità di Datore di Lavoro, ed è il documento redatto a conclusione della valutazione dei rischi. Può essere tenuto su supporto informatico e, deve essere munito di data certa o attestata dalla sottoscrizione del documento medesimo da parte del datore di lavoro, nonché, dalla sottoscrizione del RSPP, del RLS (Responsabile della sicurezza per i Lavoratori) e del medico competente.

Il Documento di Valutazione Rischi deve contenere:

  • una relazione sulla valutazione di tutti i rischi per la sicurezza e la salute durante l’attività lavorativa, nella quale siano specificati i criteri adottati per la valutazione stessa;
  • indicazione delle misure di prevenzione e di protezione attuate e i dispositivi di protezione individuali adottati;
  • il programma delle misure per il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza;
  • l’individuazione delle procedure da realizzare, nonché dei ruoli dell’ organizzazione aziendale che vi debbono provvedere, a cui devono essere assegnati unicamente soggetti in possesso di adeguate competenze e poteri;
  • l’indicazione del nominativo del responsabile del servizio di prevenzione e protezione, del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza e del medico competente che hanno partecipato alla valutazione del rischio;
  • l’individuazione delle mansioni che eventualmente espongono i lavoratori a rischi specifici che richiedono una riconosciuta capacità professionale, specifica esperienza, adeguata formazione e addestramento.

Per richiedere una consulenza GRATUITA in merito agli adempimenti in materia di Sicurezza sul Lavoro compila il seguente form. Questo servizio è fornito su tutto il territorio italiano senza alcun tipo di costo.

Consenso ex art. 23 del D.lgs. n. 196/03. Letta l’informativa qui

 

AREA Aree monotematiche

Glossario Il glossario assicurativo di IAss

News

Attività dell'IVASS - ISVAP

Normative

IAss Lavoro

Consulenza

Contatti

Link Utili

Partner Assicurativo

Formazione - Info

Servizi per Intermediari

Sponsor IAss


Software per intermediari assicurativi

Mappa Lavoro

 

mappa-lavoro

 

Iscriviti alla Newsletter

ISCRIVITI per ricevere tutte le novità sui CORSI IVASS, INTERMEDIARI ASSICURATIVI, MEDIATORI CREDITIZI... E TANTO ALTRO