Lettera al mercato IVASS: nuova versione rilevazione CARD

Lettera al mercato IVASS: nuova versione rilevazione CARD

L'IVASS pubblica una nuova lettera al mercato, a proposito del Sistema incentivante della CARD e la Conservazione della documentazione antifrode.

Una "rifinitura" del sistema del risarcimento diretto. Dopo il Provvedimento n.79, è stato necessario, da parte dell'IVASS, perfezionare e misurare l'efficianza delle imprese. 

In questo articolo si parte dal 2014, per passare al 2018, e arrivare all'ultima lettera al mercato pubblicata dall'IVASS.

IVASS: rilevazione dati e conservazione documenti antifrode

Una nuova lettera al mercato, firmata IVASS -Istituto per la Vigilanza sulle assicurazioni. Il tema trattato? Il Sistema incentivante della CARD e la conservazione della documentazione antifrode.

l’IVASS nel 2014 riforma il sistema del risarcimento diretto, con il Provvedimento n.18.

Il sistema CARD riguarda la gestione di alcune specifiche tipologie di sinistri per i quali il risarcimento dei danni viene effettuato direttamente dalla compagnia assicurativa del danneggiato (impresa gestionaria) che si rivale successivamente sull’impresa dell’assicurato-responsabile che ha causato il sinistro (impresa debitrice). Il meccanismo di regolazione dei rapporti economici tra imprese si basa sulla c.d. convenzione CARD.

Nel Provvedimento del 2014 si individuano due nuove forme di rimborso: gestione CARD-CID e gestione CARD-CTT.

Per gestione CARD-CID (90% dell’onere complessivo dei sinistri CARD) il nuovo sistema dei rimborsi si baserà su:

  • forfait nel corso dell’anno corrisposti dall’impresa debitrice a favore dell’impresa gestionaria (come nell’attuale regime);
  • incentivi/penalizzazioni alla fine dell’anno, calcolati in funzione delle capacità gestionali delle imprese.

Per gestione CARD-CTT (10% dell’onere sinistri CARD) il nuovo sistema dei rimborsi si baserà su:

  • rimborsi piè di lista, in funzione del valore reale dell’importo risarcito, corrisposti dall’impresa debitrice a favore dell’impresa gestionaria;
  • tabelle ministeriali per le lesioni fino a 9 punti di IP.

Pertanto, per la gestione dei sinistri rientranti nella CARD-CID il meccanismo di rimborsi su base forfettaria nel corso dell’anno è del tutto analogo al sistema vigente. In aggiunta a detto criterio è stato introdotto un sistema di incentivi/penalizzazioni calcolati, alla fine di ogni anno, in funzione delle capacità di contenimento dei costi e di efficienza nella liquidazione dei sinistri dimostrate dalle imprese.

 

Provvedimento IVASS n.79 del 14 novembre 2018: riforma procedura CARD

Il Provvedimento IVASS n.79 del 14 novembre 2018 rinnova la procedura CARD, in particolare il calcolo dei valori, dei costi e delle eventuali franchigie nell'ambito della procedura CARD.

Le principali innovazioni apportate dal nuovo modello CARD riguardano:

a) il costo medio dei sinistri, per il quale vengono considerati i soli sinistri definiti con responsabilità esclusiva (cioè a carico di uno solo dei veicoli coinvolti), escludendo quindi i sinistri definiti con responsabilità concorsuale;

b) l’introduzione di una nuova componente dedicata all’efficienza dell’attività antifrode nella fase di liquidazione dei sinistri, avuto riguardo ai risultati ottenuti dalle imprese;

c) la nuova formulazione della velocità di liquidazione;

d) l’estensione, a partire dall’esercizio 2020, della componente “costo persona” (cioè il costo dei danni fisici) alle lesioni di lieve entità dei terzi trasportati.

Le innovazioni introdotte perfezionano la “misura” dell’efficienza delle imprese: da un lato, con l’introduzione di una specifica componente antifrode e il costo delle microlesioni dei CTT e, dall’altro, con la modifica di alcuni algoritmi.

 

Lettera al mercato IVASS 2019: le novità sulla rilevazione CARD

Con la lettera pubblicata dall'IVASS, in data 18 marzo 2019, si applicano delle novità alla rilevazione delle CARD e alla conservazione della documentazione antifrode.

<<L’Istituto con il Provvedimento n. 79 ha modificato il sistema incentivante della CARD perfezionando ed integrando la misura dell’efficienza delle imprese. In relazione a tali modifiche si rende necessario estendere la rilevazione in oggetto alle variabili “numero dei sinistri riaperti da senza seguito” e “numero delle partite di danno poste senza seguito per attività antifrode”, necessarie, rispettivamente, per il calcolo della velocità di liquidazione e del coefficiente antifrode. In relazione a quanto sopra esposto è stata resa disponibile sul sito istituzionale dell’IVASS una nuova versione del manuale della Rilevazione Card (versione 4.0). Con riferimento ai controlli relativi ai sinistri “chiusi con pagamento” e ai sinistri “aperti con pagamento parziale” si fa presente che la consistenza della Stanza di compensazione potrà essere monitorata mediante il portale FeedBack (FB) di ANIA (seguirà a tal proposito una comunicazione dell’Associazione di categoria).>>

Per quanto riguarda, invece, la conservazione della documentazione antifrode:

<<L’inserimento dei risultati dell’attività antifrode tra gli elementi per il calcolo degli incentivi del Risarcimento diretto conferisce ancora più rilievo alla documentazione comprovante tale attività, avuto particolare riguardo alle partite di danno poste senza seguito per attività antifrode. Si sottolinea, pertanto, la necessità di conservare, ai sensi di legge, ogni documento utile a tal fine. Sarà, infatti, onere dell’impresa dimostrare la sussistenza dei presupposti per la classificazione delle partite di danno come senza seguito “per attività antifrode”>>.

Ultimi articoli

Image

Cosa Possiamo fare per te?

Skin ADV