Bollettino IVASS: Premi lordi e nuova produzione vita secondo trimestre 2021

Bollettino IVASS: Premi lordi e nuova produzione vita secondo trimestre 2021

L’IVASS – Istituto per la Vigilanza sulle assicurazioni, ha pubblicato il bollettino statistico sui premi lordi contabilizzati, vita e danni, e nuova produzione vita al secondo trimestre 2021.

Bollettino IVASS: premessa raccolta dati

La rilevazione riguarda la raccolta del lavoro diretto realizzato dalle Imprese vigilate dall’IVASS e dalle Rappresentanze in Italia di imprese dello SEE. Nel dettaglio, le imprese oggetto della rilevazione sono distinte tra:

  • Imprese vigilate IVASS: le imprese di assicurazione autorizzate in Italia (Imprese nazionali) e le Rappresentanze in Italia di imprese extra SEE1, sottoposte alla vigilanza di stabilità dell’IVASS (portafoglio del lavoro diretto italiano);
  • Rappresentanze SEE: gli stabilimenti in Italia di imprese di assicurazione comunitarie ovvero le Rappresentanze in Italia di imprese con sede legale in altro Stato aderente allo Spazio Economico Europeo, sottoposte al controllo di stabilità da parte delle Autorità di Vigilanza dei rispettivi Paesi di origine.

Bollettino IVASS: Premi lordi e nuova produzione vita secondo trimestre 2021

La raccolta complessiva -vita e danni -realizzata nel primo semestre 2021 dalle imprese vigilate IVASS e dalle rappresentanze SEE è pari a 77,8 miliardi di euro, in aumento del +14,4% rispetto ai primi sei mesi del 2020. Le imprese vigilate raccolgono premi per 72,7 miliardi, e sono in crescita del +13,7%; le rappresentanze SEE realizzano una raccolta di 5,1 miliardi, in aumento del +24,6%. Nel primo semestre 2021 il settore assicurativo ha consolidato il recupero iniziato già nella seconda metà del 2020.

La raccolta del settore vita, pari a 58,3 miliardi, registra un aumento del +18,6% rispetto al 2020. Il recupero è concentrato nel ramo III relativo alle polizze unit e index linked, la cui raccolta semestrale cresce di +8,5 miliardi rispetto al 2020 (+61,2%) e segna il miglior risultato mai rilevato; il ramo I, a cui sono collegate le polizze vita cosiddette “pure”, risulta in crescita su base annua di +2,5 miliardi di euro, pari al +8,0%. Risultano invece in diminuzione i premi derivanti dai Fondi Pensione (ramo VI) e dalle operazioni di capitalizzazione (ramo V).

La nuova produzione del settore vita aumenta di 8,1 miliardi (+23,8%).

La raccolta del settore danni si attesta a 19,5 miliardi, in aumento del +3,4% rispetto alla prima metà del 2020. Il comparto non-auto, dopo aver attraversato la fase più recessiva della pandemia, riprende la crescita in tutti i rami principali. Nel comparto auto aumenta la raccolta legata ai CVT (+211 milioni) e prosegue la riduzione del ramo RC Auto (-195 milioni).

Gli Sportelli bancari e postali rappresentano il principale canale di distribuzione dei prodotti vita (56,3% del totale, +5,3 miliardi rispetto ai primi sei mesi del 2020). Aumentano i premi intermediati dai Consulenti finanziari che raggiungono il 18,0% del totale rispetto al 14,5% del 2020 e, in misura ridotta, dalle Agenzie con mandato e dai Brokers; diminuisce invece la raccolta tramite le Agenzie in economia e gerenze (8,7% rispetto al 12,5% del 2020).

Le Agenzie con mandato continuano a prevalere nella distribuzione del settore danni, con un peso del 69,2%, in aumento di +282 milioni; la loro incidenza arriva all’84,5% nelle polizze r.c. auto, sebbene in calo di -138 milioni; seguono i Brokers (13,6%) e gli Sportelli bancari e postali (7,8%), mentre risulta in contrazione il ricorso alle Altre forme di vendita diretta (telefono, internet), più diffuso per le polizze RC Auto (7,5% del totale).

Clicca qui per accedere al Bollettino IVASS completo

Potrebbe interessarti:

---> News

---> Fare Rete

---> Chiedi all'esperto

---> Enti & Associazioni

---> Sezione Consumatore

Ultimi articoli

Image

Cosa Possiamo fare per te?

© 2012 Intermediari Assicurativi - IAss Copyright UniFAD s.r.l. - PI./CF.: 01967470681 – C.S. €20.000,00 i.v. - www.unifad.it
Skin ADV