Cresce NPS di Metlife: promozione della semplicità di emissione prodotti e qualità

Cresce NPS di Metlife: promozione della semplicità di emissione prodotti e qualità

Con un Net Promoter Score superiore di 38 punti ai competitor, la Compagnia si posiziona al primo posto nel ranking NPS dei marchi intermediati dai propri partner.

Cresce NPS di Metlife: promozione della semplicità di emissione prodotti e qualità

Sempre in crescita l’apprezzamento degli intermediari nei confronti di MetLife, la compagnia appartenente all’omonimo gruppo leader mondiale nelle assicurazioni vita ed employee benefit, specializzata in Italia in prodotti Protection.

Dopo l’edizione 2021 in cui gli intermediari avevano sottolineato e premiato il supporto ricevuto durante l’emergenza pandemica, la nuova edizione della survey annuale condotta da MetLife sulla propria rete di intermediari indipendenti (broker, agenti plurimandatari e subagenti) conferma i risultati positivi raggiunti negli anni: il NPS (Net Promoter Score) registra un punteggio di +45,7, in aumento di 3,5 punti rispetto alla rilevazione dell’anno scorso.

Il risultato è di oltre 38 punti superiore rispetto a quello rilevato per gli altri marchi assicurativi con cui gli intervistati collaborano pari a 7,6 e supera, inoltre, di 25 punti il valore complessivo del mercato agenti registrato dall’indagine annuale svolta da Innovation Team – gruppo MBS consulting su queste reti.

Fare-rete-intermediariassicurativi

Si conferma nel tempo la valutazione positiva per la value proposition di MetLife. In particolare, si consolida ulteriormente l’apprezzamento per due elementi centrali per lo sviluppo e la sostenibilità del mercato assicurativo: l’offerta di prodotti assicurativi e il processo di emissione delle polizze. Fattori caratterizzati da giudizi in ulteriore crescita rispetto ai valori già ottimi registrati con la rilevazione svolta nel 2021.

In particolare, sul versante prodotti, cresce ulteriormente il giudizio positivo per la TCM “storica” – sebbene rinnovata nel tempo - offerta dalla compagnia, ovvero la polizza Libera Mente Più, alla quale è stato affiancato di recente il nuovo prodotto Libera Mente Flexi, con caratteristiche più appealing per il segmento aziende.

In ambito informatico, invece, le recenti innovazioni apportate alla piattaforma di emissione delle polizze hanno determinato una percezione di miglioramento da parte del 63% degli intervistati. Tale applicativo già si distingueva per la facilità di utilizzo e l’opportunità di emettere una quota molto elevata di polizze vita in tempo reale, grazie all’automazione delle pratiche assuntive potenziata proprio nel secondo trimestre dell’anno.

Fare-rete-intermediariassicurativi

La fiducia che ogni anno si conferma da parte dei nostri intermediari è per me e per tutta la squadra MetLife fonte di orgoglio. Da quando abbiamo deciso di affidare i nostri prodotti individuali alla distribuzione indipendente meno di dieci anni fa, abbiamo prestato attenzione alle diverse esigenze della nostra rete, captandole attraverso le ricerche e la presenza costante del nostro team commerciale. Il lavoro svolto dai broker, agenti e subagenti che collaborano con MetLife ha un’importanza strategica per la compagnia – dichiara Maurizio Taglietti, General Manager di MetLife in Italia – per questo continueremo ad investire tempo e risorse nel potenziamento della nostra value proposition per i nostri intermediari ed assicurati, prestando particolare attenzione alla semplificazione dei processi di commercializzazione delle polizze in modo da rendere più facile ed efficiente l’accesso della clientela ai prodotti di protezione”.

Nota metodologica:                               

La ricerca è il frutto di un’indagine che ha coinvolto un campione di 341 intermediari che lavorano con MetLife ed è stata effettuata da Innovation Team, unità di ricerca e consulenza di MBS Consulting (Gruppo Cerved) tra giugno e luglio 2022 per valutare il grado di soddisfazione, di fidelizzazione e il posizionamento rispetto agli altri mandati e marchi con cui gli intermediari indipendenti (agenti, broker e subagenti) collaborano. Il Net Promoter Score è misurato con una scala da 0 a 10, in cui solo i rispondenti che assegnano punteggi uguali o superiori a 9 sono considerati promoter.

Potrebbe interessarti:

---> News

---> Fare Rete

---> Chiedi all'esperto

---> Enti & Associazioni

---> Sezione Consumatore


Fare-rete-intermediariassicurativi

Ultimi articoli

Image

Cosa Possiamo fare per te?

Skin ADV