Bollettino IVASS: I rischi da responsabilità civile sanitaria in Italia 2010-2020

Bollettino IVASS: I rischi da responsabilità civile sanitaria in Italia 2010-2020

L’IVASS – Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, ha pubblicato un bollettino sui rischi da responsabilità civile sanitaria (Polizza RC Sanitaria) in Italia nell’anno 2010-2020, con un focus particolare sull'anno 2020 e l'effetto COVID-19. Scopri l’andamento del settore. 

Bollettino IVASS: I rischi da responsabilità civile sanitaria in Italia 2010-2020

Il presente bollettino riporta le principali evidenze quantitative delle due forme di assicurazione per la RC sanitaria previste dalla legge:

1. quelle acquisite tramite polizze assicurative per i rischi da RC sanitaria, offerte dalle imprese di assicurazione dietro pagamento di un premio,

2. quelle che le strutture sanitarie pubbliche costituiscono tramite auto-ritenzione del rischio.

Le informazioni statistiche si basano su una rilevazione effettuata annualmente presso le imprese di assicurazione a partire dal 2016, in base a specifiche lettere al mercato diffuse agli inizi di ogni anno.

Per quanto riguarda le auto-ritenzione del rischio, a partire dal 1997 il Ministero della Salute rende disponibili i bilanci delle strutture sanitarie pubbliche.

Ai fini del presente Bollettino sono rilevanti due voci, disponibili dal 2012, relative ai fondi di auto-ritenzione del rischio: una voce di conto economico contenente gli accantonamenti ai fondi e un’altra, tratta dallo stato patrimoniale, con la consistenza a fine anno dei fondi stessi. Il piano dei conti del Ministero indica le due voci rispettivamente con le sigle BA2740 e PBA0507.

La sezione 6 confronta, per le strutture pubbliche, la gestione del rischio della RC sanitaria tramite assicurazione con quella effettuata in auto-ritenzione. Tali confronti sono aggiornati all’anno 2019, il più recente con tutti i dati disponibili.

I rischi da responsabilità civile sanitaria in Italia: I principali risultati del 2020

Nel 2020 i premi raccolti per la RC sanitaria ammontano a 604 milioni di euro (+4% rispetto al 2019). La crescita ha riguardato soprattutto i premi per i rischi delle strutture, sia pubbliche sia private.

La quota dei premi raccolti da imprese vigilate IVASS cresce all’80% (dal 50% dell’anno precedente), per effetto di acquisizioni da parte di operatori esteri di imprese italiane, cui ha fatto seguito una cessione del portafoglio in precedenza gestito tramite sedi secondarie stabilite in Italia.

Prosegue la diminuzione del numero di strutture pubbliche assicurate (attualmente pari a 535, da 1.426 del 2010).

Le imprese a controllo estero, con sede principale in Italia o in altri paesi, raccolgono il 92% dei premi per le coperture delle strutture pubbliche, il 34% per quelle delle strutture private e il 42% per quelle del personale sanitario.

La concentrazione del settore resta elevata e non dà segnali di riduzione, con l’80% della raccolta premi facente capo alle prime 5 maggiori imprese.

La concentrazione del settore resta elevata e non dà segnali di riduzione, con l’80% della raccolta premi facente capo alle prime 5 maggiori imprese.

Il 4% del personale sanitario assicurato ha cambiato compagnia nel corso del 2020, ottenendo riduzioni del premio con frequenza molto maggiore rispetto a coloro che hanno mantenuto la stessa compagnia.

L’impatto dei sinistri attribuiti al Covid-19 sui risarcimenti e sulle riserve è molto modesto, ma i futuri contratti della RC sanitaria potrebbero contenere ulteriori clausole di esclusione o aggravanti per i rischi pandemici.

L’auto-ritenzione del rischio da RC sanitaria è consentita alle strutture sanitarie dalla legislazione vigente, come soluzione alternativa o integrativa dell’assicurazione tradizionale. L’utilizzo di tale opzione è in forte crescita. Nel 2019, per le strutture pubbliche gli accantonamenti ai fondi di auto-ritenzione ammontavano al 182% del valore dei premi.

Clicca qui per accedere al Bollettino IVASS completo

Potrebbe interessarti:

---> News

---> Fare Rete

---> Chiedi all'esperto

---> Enti & Associazioni

---> Sezione Consumatore

Ultimi articoli

Image

Cosa Possiamo fare per te?

© 2012 Intermediari Assicurativi - IAss Copyright UniFAD s.r.l. - PI./CF.: 01967470681 – C.S. €20.000,00 i.v. - www.unifad.it
Skin ADV