Assicurazioni: la trasformazione dopo il COVID-19

Assicurazioni: la trasformazione dopo il COVID-19

Il mercato assicurativo, già in fase di cambiamento prima della pandemia, ha subito una forte trasformazione, caratterizzata dall’innovazione dei processi, degli strumenti e del modello di business.

Il COVID-19 ha accelerato la trasformazione, per venire incontro a nuove esigenze e nuovi comportamenti di consumo.

Assicurazioni: la trasformazione dopo il COVID-19

Le compagnie assicurative sono focalizzate sulla creazione di soluzioni che consentono la gestione smart di relazioni a distanza (tanto con il cliente, quando con la rete distributiva): uso di Intelligenza Artificiale, piattaforme digitali, video chat, assistenti virtuali, chatbot, tutti strumenti per rispondere alle nuove esigenze del mercato assicurativo.

Da un lato le compagnie analizzano soluzioni in grado di aiutarli di definire in modo personalizzato le coperture assicurative, dall’altro si aprono a processi che ridefiniscono la relazione con il cliente, non più in sede, ma a distanza e con un flusso continuo di informazioni.

Prima del COVID-19, infatti, il colloquio face to face era fondamentale per mantenere vivo il rapporto tra cliente e agente o consulente; dato il distanziamento sociale della pandemia, è stato necessario individuare nuovi canali di comunicazione con il cliente, come chat, videocall.

Il customer journey è radicalmente cambiato, i clienti si sono abituati in questi mesi ad utilizzare sempre più i canali digitali per ogni esigenza, dall’acquisto, all’assistenza post-vendita. Le compagnie, quindi, hanno dovuto lavorare su offerte online di facile consultazione, compatibili con tutti i devices, automatizzare processi in fase assuntiva e liquidativa.

Gli strumenti Insurtech del settore assicurativo

Numerosi sono stati gli strumenti Insurtech creati per supportare il lavoro di tutta la rete di distribuzione assicurativa:

Dispositivi di rilevamento di dati installati sulle auto (come ad es. le scatole nere): trasmettono costantemente dati che consentono di profilare maggiormente il cliente e definire su misura il pricing della polizza oltre a fornire assistenza in caso di furto dell’auto grazie a un meccanismo di localizzazione.

Dispositivi di machine learning: come il Vehicle Build testato negli ultimi mesi in Italia per la valutazione delle caratteristiche dei sistemi avanzati di assistenza alla guida ADAS (Advanced Driver Assist System). Consentono di stabilire le differenze nel profilo di rischio associato ai veicoli che hanno determinate caratteristiche di sicurezza.

Dispositivi di rilevamento dati relativi alle abitazioni: anche le abitazioni possono essere connesse attraverso dispositivi che forniscono dati in base ai quali può essere meglio profilato il rischio.

Dispositivi medicali connessi: strumenti che rilevano dati sulla salute dell’assicurato in tempo reale e su base storica.

Dispositivi mobile e smart devices: consentono di inviare in tempo reale foto, video che costituiscono elementi a supporto della gestione del rapporto con l’assicurato (si pensi alla possibilità di inviare in real time dati relativi a sinistri o l’utilità di informazioni condivise ai fini della prevenzione del rischio).

La trasformazione dell’offerta assicurativa post COVID-19

Le compagnie assicurative hanno dovuto integrare maggiori servizi, per rendere i prodotti assicurativi sempre più appetibili. Da qui nascono molte partnership con startup per creare offerte assicurative sempre più smart.

Nelle offerte assicurative tradizionali sono stati inseriti servizi come la tutela della casa, della salute e degli animali domestici.

Potrebbe interessarti:

---> News

---> Fare Rete

---> Chiedi all'esperto

---> Enti & Associazioni

---> Sezione Consumatore

 

Ultimi articoli

Image

Cosa Possiamo fare per te?

© 2012 Intermediari Assicurativi - IAss Copyright UniFAD s.r.l. - PI./CF.: 01967470681 – C.S. €20.000,00 i.v. - www.unifad.it
Skin ADV