Bollettino IVASS: andamento dei prezzi RC auto II trimestre 2021

Bollettino IVASS: andamento dei prezzi RC auto II trimestre 2021

L’IVASS – Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, ha pubblicato un bollettino inerente all’andamento dei prezzi effettivi per la garanzia RC Auto nel secondo trimestre 2021.

In questo articolo, l’accesso diretto alla sintesi completa.

Bollettino: in quale modo l’IVASS effettua l’indagine?

L’IVASS nel 2013 ha avviato IPER, un’indagine statistica sui prezzi effettivi per la garanzia RC Auto relativa alle autovetture a uso privato. IPER contiene informazioni:

  • sugli importi dei premi effettivamente pagati per la garanzia RC Auto dagli assicurati (e non sui prezzi di listino/tariffe) come rilevati da un campione di contratti di durata annuale per la copertura di autovetture a uso privato (autocarri, ciclomotori, natanti e autovetture a uso non privato non fanno parte del campione);
  • sulle principali componenti che concorrono alla determinazione del prezzo finale, ovvero la fiscalità, gli sconti sul prezzo di listino e le provvigioni corrisposte agli intermediari;
  • sulle principali clausole contrattuali, incluse quelle relative alla presenza della cosiddetta “scatola nera”, ovvero dei sistemi telematici, installati sul veicolo, finalizzati alla registrazione di dati relativi ai chilometri percorsi e agli stili di guida (qui denominati “contratti con scatola nera”).

Composizione del campione

La formazione del campione avviene come segue:

  • dalla banca dati SITA dell’ANIA contenente le coperture attive durante l’ultimo giorno del trimestre di riferimento relative alle sole autovetture, vengono selezionati i contratti di durata annuale stipulati/rinnovati durante il trimestre di riferimento, il cosiddetto “universo di riferimento”;
  • dall’universo di riferimento, utilizzando un disegno di stratificazione proporzionale, viene estratto un campione di targhe di dimensione pari al 30 per cento dell'universo IVASS invia a ciascuna compagnia le targhe campionate di sua competenza e ad ANIA l'intero campione di targhe.
  • ANIA e le compagnie inviano a IVASS, secondo modalità prestabilite, i flussi di arricchimento dati. L’elenco delle imprese partecipanti è aggiornato con cadenza annuale: le imprese di nuova costituzione sono inserite nel campione al raggiungimento di un numero minimo di polizze. Le imprese partecipanti alla rilevazione rappresentano una quota di mercato di circa il 99 cento del mercato (percentuale calcolata sulle polizze).

Bollettino IVASS: andamento dei prezzi RC Auto II trimestre 2021

Il prezzo effettivamente pagato per la garanzia RC Auto associato ai contratti stipulati nel secondo trimestre del 2021 è in media pari a 360 euro. Il 50% degli assicurati paga meno di 324 euro, il 90% degli assicurati meno di 566 euro e solo il 10% degli assicurati meno di 193 euro.

Il prezzo medio si è ridotto del -5,9% su base annua e del -26,3% rispetto al secondo trimestre del 2014.

Il differenziale di premio imponibile tra Napoli e Aosta, indicatore di sintesi dell’eterogeneità dei prezzi nel territorio, è pari a 211 euro, in flessione del -2,6% su base annua.

La riduzione del premio medio su base annua è superiore al -4% per la quasi totalità delle province italiane ed è particolarmente significativa in alcune province del Centro-Sud: Crotone (-9,3%), Roma (-8,4%), Palermo (-8,3%), Vibo Valentia (-8,2%), Catania e Prato (-8,1%).

Il 20,8% delle polizze stipulate nel secondo trimestre del 2021 prevede una clausola con effetti di riduzione del premio legata alla presenza di scatola nera. Il tasso di penetrazione della scatola nera è in calo rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-1,2% su base annua), in particolar modo nelle province di Crotone (-6,3%), Catania (-5,6%) e Palermo (-4,5%).

Il premio è fortemente influenzato dalla sinistrosità pregressa che riflette la rischiosità dell’assicurato. Nel secondo trimestre del 2021 gli assicurati più rischiosi (due o più sinistri con colpa negli ultimi cinque anni) pagano un prezzo per la garanzia RC Auto quasi doppio (675 euro) rispetto agli assicurati virtuosi (346 euro).

Gli assicurati privi di sinistri con responsabilità principale hanno beneficiato in misura sensibilmente più elevata della riduzione generalizzata dei premi nel periodo 2014-2021: -26,7% per gli assicurati virtuosi e -9,9% per gli assicurati più rischiosi.

Clicca qui per accedere all'analisi completa

Potrebbe interessarti:

---> News

---> Fare Rete

---> Chiedi all'esperto

---> Enti & Associazioni

---> Sezione Consumatore

Ultimi articoli

Image

Cosa Possiamo fare per te?

© 2012 Intermediari Assicurativi - IAss Copyright UniFAD s.r.l. - PI./CF.: 01967470681 – C.S. €20.000,00 i.v. - www.unifad.it
Skin ADV